Unisciti agli oltre 15.000 follower di IMP

automazione-it.com
EU Automation News

Soluzioni digitali per contribuire a ridurre lo stress per i dipendenti dello stabilimento

Questa crescita del tasso di dimissioni è seconda solo al settore del tempo libero e dell'ospitalità. In questo articolo, Neil Ballinger, direttore EMEA del fornitore globale di componenti per l'automazione di qualità EU Automation, analizza le soluzioni ai principali motivi di stress che i dipendenti del settore manifatturiero devono affrontare.

Soluzioni digitali per contribuire a ridurre lo stress per i dipendenti dello stabilimento

Secondo l'US Bureau of Labour Statistics, il settore manifatturiero ha registrato il secondo maggiore aumento dei tassi di dimissioni nel 2021, con un incrementodell'1,2% dal 2020.

Anche se non tutti i settori stanno sperimentando gli effetti delle grandi dimissioni, le statistiche mostrano che i dipendenti meno retribuiti sono quelli maggiormente colpiti, soprattutto nel settore manifatturiero. Qui i lavoratori impiegati nell'ambito dei beni non durevoli meno remunerativi hanno registrato il tasso di dimissioni più elevato. 

Il settore manifatturiero non è noto per alti tassi di avvicendamento lavorativo, quindi cosa è cambiato e in che modo i datori di lavoro possono affrontare questi problemi?

Punto di rottura 
Molti fattori possono contribuire alle dimissioni di un dipendente, ma ci sono alcuni elementi comuni di stress nel settore che, se affrontati, potrebbero ridurre il tasso di dimissioni. Nei compiti fisici veloci, come alcuni di quelli della produzione in fabbrica, non sorprende che le elevate sollecitazioni su corpo e mente dei dipendenti siano uno degli aspetti più stressanti del lavoro. Con le ampie quote di produzione, i dipendenti possono spesso sentirsi sopraffatti; questo può causare stress eccessivo e, in alcuni casi, burnout. 

Il burnout è uno stato di esaurimento emotivo e fisico causato da un'esposizione costante a condizioni di stress per un periodo prolungato. Secondo l'American Psychological Association, lo stress sul luogo di lavoro costa all'economia statunitense oltre 500 miliardi di USD all'anno e 550 milioni di giornate lavorative perse a causa dello stress sul lavoro. 

Molti report suggeriscono che le cause dei tassi di burnout e di dimissioni sono legate al fatto che i dipendenti non si sentono apprezzati e svolgono un lavoro noioso e monotono. Si tratta di un problema che un aumento dei salari non può risolvere da solo. Nei lavori manifatturieri a bassa retribuzione, i produttori dovrebbero cercare di aumentare il salario dei loro dipendenti, ma anche di incrementarne il coinvolgimento. 

Industry 4.0 sta digitalizzando il settore manifatturiero, e ciò può aiutare i datori di lavoro a ridurre i tassi di dimissioni del personale. Automatizzando un compito ripetitivo e non coinvolgente, come l'uso di sistemi di visione artificiale per i controlli di qualità invece di impiegare ispettori umani, i datori di lavoro possono liberare tempo prezioso ai dipendenti facendo loro svolgere un lavoro più coinvolgente e riducendo lo stress.

Riflettori puntati sulla sicurezza
Un altro motivo comune di stress sul luogo di lavoro nel settore manifatturiero è un ambiente di lavoro pericoloso. Una fabbrica non è un luogo facile in cui lavorare e spesso richiede sforzi fisici intensi. L'implementazione delle tecnologie digitali, come gli esoscheletri e i robot per la pallettizzazione, può contribuire a contenere il tasso di incidenti riducendo anche le assenze per malattia e i costi di manutenzione. 

Naturalmente, vi sono molti fattori di stress che i dipendenti del settore manifatturiero devono affrontare, ma lavoro monotono e problemi di sicurezza sono tutti aspetti che i datori di lavoro possono e devono cercare di affrontare a risolvere. L'implementazione delle tecnologie per ridurre la pressione sui dipendenti non è vantaggiosa solo per i lavoratori, ma anche per l'azienda. Un ambiente di lavoro migliore e più coinvolgente può aumentare la produttività. Secondo un recente studio di Manufacturing, la produttività dei dipendenti coinvolti e motivati è del 70% superiore a quella dei lavoratori che non lo sono. Lo studio ha inoltre rilevato che i dipendenti coinvolti presentano migliori livelli di sicurezza, minori tassi di dimissioni e una maggiore redditività.

Riducendo al minimo l'impatto dei fattori di stress più comuni nel settore manifatturiero, i produttori possono massimizzare la produttività dell'azienda. Considerando tutte le interruzioni che il settore manifatturiero può trovarsi a dover affrontare, è giunto il momento che i datori di lavoro assumano il controllo delle interruzioni gestibili, come il burnout e gli infortuni del personale.

Per rimanere aggiornati sugli ultimi sviluppi nel settore manifatturiero, visitate il Knowledge Hub di EU Automation. 

www.euautomation.com

  Richiedi maggiori informazioni…

LinkedIn
Pinterest

Unisciti agli oltre 15.000 follower di IMP